Bilancio XBRL: come compilarlo e presentarlo al Registro delle Imprese (VIDEO)

L’obbligo di depositare il bilancio XBRL è in vigore dal 2010, sulla base del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 10 dicembre 2008. Anche per il corrente anno 2017, per i bilanci chiusi al 31 dicembre 2016, è disponibile la versione aggiornata XBRL, versione “2016-11-14”, disponibile nel sito dell’ Agenzia per l’Italia Digitale (Gazzetta Ufficiale n.7 del 10-01-2017).

XBRL (acronimo di eXtensible Business Reporting Language) è un linguaggio informatico, basato su XML, finalizzato alla rappresentazione e allo scambio di informazioni finanziarie relativi ai bilanci delle imprese. Vediamo in questa guida di cosa si tratta: cos’è e come si fa a compilarlo ed a presentarlo al Registro delle Imprese.

VIDEO su come preparare ed inviare una pratica bilancio alla Camera di Commercio

Bilancio XBRL: di cosa si tratta

Il bilancio XBRL è il formato con cui il bilancio deve essere depositato al Registro delle Imprese. L’XBRL, acronimo di eXtensible Business Reporting Language, rappresenta uno standard informatico internazionale che consente di depositare il bilancio al Registro delle Imprese in formato elaborabile rendendo i dati immediatamente fruibili con la garanzia della loro ufficialità derivante dalla diretta responsabilità dell’impresa che li ha depositati.

Lo standard XBRL è stato adottato per garantire la fruibilità e la circolazione dei dati finanziari, in modo che risultino immediatamente leggibili ed utilizzabili da parte di tutti i soggetti che ne hanno interesse, oltre ai vantaggi in termini di snellimento delle pratiche e di automazione dei processi industriali.

Bilancio XBRL: come si compila

Il file XBRL non può mai essere omesso, tranne nei casi di esonero espressamente previsti dalla normativa. Il bilancio in formato XBRL viene prodotto dai più comuni software gestionali. Questo strumento può essere utilizzato per la redazione dei bilanci di esercizio in forma ordinaria, abbreviata e micro-impresa.

Lo stesso strumento può generare in formato XBRL il bilancio consolidato che, anche per il 2017, è limitato al solo Prospetto Contabile. Dal sito http://webtelemaco.infocamere.it/ selezionare la linguetta Bilanci –> xbrl–> strumenti.

La nuova tassonomia 2016-11-14 consente di predisporre anche il bilancio consolidato in formato XBRL, composto da:

  • Stato Patrimoniale,
  • Conto Economico,
  • Rendiconto Finanziario (ove richiesto dalla normativa).

Nella sezione Bilanci>Bilanci Xbrl>Strumenti XBRL è possibile reperire:

  • un software gratuito per la compilazione dell’istanza XBRL, a partire dalla imputazione manuale dei valori in un apposito file excel o open office, oppure tramite la loro importazione da un’istanza XBRL, anche se limitata ai prospetti contabili,
  • TEBENI: il servizio on-line per la validazione dell’istanza XBRL e la sua visualizzazione in formato HTML o PDF, in Inglese, Francese e Tedesco oltre che in Italiano.

Qualunque sia lo strumento utilizzato per la generazione dell’istanza XBRL, è buona prassi provvedere alla sua verifica formale (validazione) per accertarne la correttezza e garantire il buon esito della spedizione al Registro delle Imprese.

Sul sito Telemaco, alla sezione sezione Bilanci>Bilanci Xbrl>Strumenti XBRL è disponibile lo strumento gratuito TEBENI che consente: la verifica della correttezza formale dell’istanza XBRL (rispetto della tassonomia di riferimento, quadratura delle voci di bilancio, ecc.). Si tratta degli stessi controlli di base svolti dal Registro delle Imprese all’atto del ricevimento dell’istanza, pertanto questa preventiva validazione garantisce il superamento dei controlli specifici nell’istruttoria camerale.

Come tutti gli allegati al bilancio, anche il file XBRL deve essere firmato digitalmente e assumerà l’estensione .xbrl.p7m. La sottoscrizione digitale del documento deve essere effettuata esclusivamente in modalità CAdES, formato che permette di firmare qualsiasi tipo di file e che prevede la creazione di una “busta”, generando un file con estensione .p7m, come richiesto dalla normativa.

Bilancio: i termini di presentazione

Il termine di presentazione del bilancio, con il “pacchetto” degli allegati, al Registro delle Imprese territorialmente competente, è fissato in 30 giorni dalla data di approvazione (art. 2435 c.c.). Si ricorda che il sabato e la domenica vengono considerati giorni festivi.

L’art. 2364 c.c., richiamato per le S.r.l. dall’art. 2478-bis c.c., stabilisce che “l’assemblea per l’approvazione del bilancio debba essere convocata una volta all’anno entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio, ovvero oltre tale termine, ma entro 180 giorni, qualora lo statuto lo consenta, per le società tenute alla redazione del bilancio consolidato o qualora sussistano particolari esigenze relative alla struttura ed all’oggetto della società”.

 




Scrivere articoli e guide richiede moltissimo impegno. Aiutaci a condividere questo post: a te non costa nulla, per noi è importantissimo! Condividi su Facebook l'articolo appena letto. Grazie per aver letto l'articolo fino alla fine. SCR News mette a disposizione notizie sul mondo del Fisco e Leggi, Economia, Finanza, Trading e guide di natura contabile fiscale. Rimani aggiornato diventando un FAN della nostra pagina facebook.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.