Tari 2017: in arrivo Decreto “Salva Imprese”

Ultime novità in materia di Tari: spunta il decreto “Salva Imprese» che porrà un definitivo freno alla famigerata Tari, la tassa sul servizio di gestione e smaltimento dei rifiuti sui magazzini delle imprese. Vediamo le ultimissime novità.

Tari 2017: pronta la Bozza del Decreto

Sono quasi terminati i lavori al decreto “Salva Imprese” che imporrà dei freni alla Tassa sui rifiuti (TARI) sui magazzini di imprese e attività commerciali medio-grandi.

Si tratta di un decreto utile per tutelare le imprese e le attività commerciali medio-grandi e prevede l’annullamento del pagamento della tassa sui rifiuti sui magazzini delle imprese.

Ciò arriva dopo che negli ultimi mesi sono sorte problematiche concernenti il pagamento della Tari sui magazzini da parte delle imprese.

Anche per i privati, l’errore era nato sull’applicazione da parte dei Comuni della parte variabile della tariffa; ora il Governo ha deciso di porre un deciso STOP al problema che obbliga le imprese a pagare un importo maggiore per lo smaltimento dei rifiuti speciali.

Infatti, l’art. 1 comma 654 della L. n. 147/2013 specifica che i “costi relativi ai rifiuti speciali al cui smaltimento provvedono a proprie spese i relativi produttori comprovandone l’avvenuto trattamento in conformità alla normativa vigente”.


Il provvedimento, elaborato dopo mesi di confronti tecnici, blocca la Tari sui magazzini e sulle attività commerciali medio-grandi: negozi di abbigliamento, autosaloni e librerie con più di 400 metri quadrati di superfici di vendita, supermercati che superano gli 800 metri quadrati, edicole, farmacie e tabaccai da oltre 250, e così via secondo limiti diversi per ogni categoria.

TARI “Decreto Salva Imprese”: Questione chiarita?

Anche lo stesso Ministero dell’Economia e delle Finanze era intervenuto in precedenza con la risoluzione n. 2/DF del 9 dicembre 2014.

Lo stesso MEF aveva chiarito che, ai fini della TARI, devono considerarsi esenti tutte le aree su cui si svolgono attività industriali o artigianali che producano in via prevalente rifiuti speciali dato che “la presenza umana determina la formazione di una quantità non apprezzabile di rifiuti urbani assimilati”.

Dopo i privati, sembrerebbe ora che la questione stia per chiarirsi anche per le imprese: l’ultima bozza del decreto sancisce che la TARI non si applichi ai magazzini delle imprese, ma solo con riguardo a mense e locali di servizio, di cui le stesse sono dotate e sui locali commerciali.

Si tratta infatti di aree che, secondo i canoni stabiliti dalla L. n. 147/2013, sono di per sé idonei a produrre rifiuti urbani assimilabili.

Il ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti ha infatti illustrato i dettagli del provvedimento che fissa i confini della tassa individuando «l’elenco delle attività e dei codici dei rifiuti che possono essere assimilati ai rifiuti urbani» e che quindi devono essere pagati dalle imprese.



🔥🔥🔥 Iscriviti alla nostra newsletter per non perdere nessun nuovo articolo, ne vale della tua Cultura Fiscale. Fidati! ↴↴↴ 

hype✍ HYPE: il nuovo modo di gestire il tuo Denaro. Registrati Gratuitamente Online! Tutto in Tempo Reale. Pagamenti smart. Transazioni sicure. Invia e Ricevi Pagamenti. Servizi: Supporto tecnico, Pagamenti online, Bonifico bancario, Pagamenti con smartphone. 🔥🔥🔥CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ SU QUESTA CARTA RIVOLUZIONARIA🔥🔥🔥!

SumUp Fai crescere il tuo business accettando pagamenti con carta con il nuovo lettore di carte SumUp! Nessun abbonamento! Nessun costo Fisso. CLICCA QUI e scopri il POS mobile SumUp, quale soluzione più economica! Il lettore di carte senza banca offre vantaggi economici da non sottovalutare

MutuiCalcola mutui online: confronta rata e preventivo del tuo mutuo casa.Trovi le migliori soluzioni online in ogni momento. Usufruisci di un servizio completamente gratuito. Ricevi subito un preventivo personalizzato  CLICCA QUI E RICEVI MAGGIORI INFORMAZIONI SUL SERVIZIO 

Scrivere articoli e guide richiede moltissimo impegno. Aiutaci a condividere questo post: a te non costa nulla, per noi è importantissimo! Condividi su Facebook l'articolo appena letto. Grazie per aver letto l'articolo fino alla fine. SCR News mette a disposizione notizie sul mondo del Fisco e Leggi, Economia, Finanza, Trading e guide di natura contabile fiscale. Rimani aggiornato diventando un FAN della nostra pagina facebook.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.