Richiesta riduzione seconda rata acconto IRPEF: scadenza e Codici tributo Modello F24

Una delle scadenze fiscali più odiata dai contribuenti italiani è quella relativa al pagamento dei versamenti relativi alle imposte derivanti dalla presentazione della dichiarazione dei redditi.
Anche per il 2017, come per ogni anno i soggetti contribuenti, sono chiamati a predisporre la propria Dichiarazione dei Redditi e a procedere con il pagamento degli importi dovuti a saldo ed in acconto.
L’imposta IRPEF che risulta dalla dichiarazione dei redditi può essere pagata in due rate: il saldo dell’anno fiscale precedente ed il primo acconto dovevano essere versati entro il 30 giugno 2017; il secondo acconto IRPEf deve essere versato entro il 30 novembre 2017.
Inoltre, il saldo ed il primo acconto IRPEF possono essere pagati ratealmente fino ad un massimo di sei entro il 30 novembre 2017; mentre il secondo acconto non è rateizzabile.
L’obiettivo del Fisco italiano è quello di cercare di “andare incontro” alle esigenze dei contribuenti in modo tale da comprendere e calcolare il carico fiscale e poter gestire al meglio il Tax Planning.
Si ricorda che il pagamento delle imposte in saldo e acconto risultanti dalla dichiarazione dei redditi deve avvenire obbligatoriamente mediante il  modello di pagamento F24


Scadenza 30 settembre: richiesta riduzione secondo acconto IRPEF e cedolare secca

Con Comunicato dell’INPS: “Si avvisano i contribuenti che hanno presentato il modello 730/2017, indicando l’INPS come sostituto d’imposta per l’effettuazione dei conguagli, che le eventuali richieste di riduzione della seconda rata d’acconto IRPEF/cedolare secca vanno inoltrate alle strutture INPS territorialmente competenti entro il 30 settembre 2017“.

Imposte sui Redditi: versamenti IRPEF 2017

Salvo proroghe, il saldo che risulta dal modello Redditi Pf e l’eventuale prima rata di acconto devono essere versati entro il 30 giugno dell’anno in cui si presenta la dichiarazione, oppure entro i successivi 30 giorni pagando una maggiorazione dello 0,40%. La scadenza per l’eventuale seconda o unica rata di acconto è invece il 30 novembre.
L’acconto Irpef è dovuto se l’imposta dichiarata in quell’anno al netto delle detrazioni, dei crediti d’imposta, delle ritenute e delle eccedenze, è superiore a 51,65 euro.

L’acconto è pari al 100% dell’imposta dichiarata nell’anno e deve essere versato in una o due rate, a seconda dell’importo:

  • unico versamento, entro il 30 novembre, se l’acconto è inferiore a 257,52 euro
  • due rate, se l’acconto è pari o superiore a 257,52 euro; la prima pari al 40% entro il 30 giugno (insieme al saldo), la seconda – il restante 60% – entro il 30 novembre.

Il saldo e la prima rata di acconto possono essere versati in rate mensili (l’acconto di novembre deve essere pagato in unica soluzione). In ogni caso, il versamento rateale deve essere completato entro il mese di novembre.
Si ricorda che le società di persone sono tenute al solo versamento dell’Irap. L’Irpef è versata direttamente dai soci, a cui i redditi sono imputati per trasparenza.

Primo Acconto/Saldo IRPEF: pagamento rateale

Come detto, il primo acconto e saldo Irpef può essere pagato ratealmente fino ad un massimo di sei con scadenza 30 novembre.
Per i soggetti non dotati di Partita Iva, le scadenze per procedere con la dilazione del pagamento rateale sono: 30 giugno, 31 luglio, 31 agosto, 30 settembre, 31 ottobre, 30 novembre.
Per i soggetti con Partita Iva le scadenze per procedere con la dilazione del pagamento rateale sono: 30 giugno, 16 luglio, 20 agosto, 16 settembre, 16 ottobre, 16 novembre.

Pagamento Saldo/Acconto Irpef 2017: Modello F24 e Codice tributo

I contribuenti che hanno presentato la dichiarazione dei redditi devono versare le imposte, utilizzando il Modello F24, entro determinati termini, che variano a seconda della tipologia di contribuente (persona fisica, società di persone, società di capitali o ente equiparato).
Il pagamento del primo e del secondo acconto Irpef 2017 deve avvenire con modello F24 utilizzando i seguenti codice tributo:

codice tributo 4001 Irpef – Saldo;
codice tributo 4033 Irpef – acconto prima rata;
codice tributo 4034 Irpef – acconto seconda rata.

 



Scrivere articoli e guide richiede moltissimo impegno. Aiutaci a condividere questo post: a te non costa nulla, per noi è importantissimo! Condividi su Facebook l'articolo appena letto. Grazie per aver letto l'articolo fino alla fine. SCR News mette a disposizione notizie sul mondo del Fisco e Leggi, Economia, Finanza, Trading e guide di natura contabile fiscale. Rimani aggiornato diventando un FAN della nostra pagina facebook.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.