Come rinnovare il Passaporto? Come richiederlo, dove e documentazione da presentare

Tempi di vacanze? Con l’arrivo di settembre molte persone decidono di partire per l’estero e necessitano di rinnovare o di rifare ex novo il Passaporto. E’ bene sempre tenere sott’occhio la scadenza del documento per evitare di dover rinunciare alle meritate e rilassanti vacanze.
Vediamo in questa cos’è il passaporto elettronico, i documenti necessari per fare richiesta del passaporto, i tempi necessari per l’ottenimento del nuovo documento.


Che cos’è il Passaporto?

Il Passaporto è quel documento che viene rilasciato ai cittadini italiani ed ai maggiorenni, ha durata decennale e alla scadenza della validità non si rinnova ma si deve richiedere l’emissione di un nuovo passaporto.
In aderenza alla normativa europea, dal 20 maggio 2010 il Passaporto elettronico viene rilasciato ai cittadini, da tutte le Questure in Italia ed all’estero dalle rappresentanze diplomatiche e consolari. Tale libretto cartaceo (circa 48 pagine) è dotato di un microchip in copertina che contiene le informazioni relative ai dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare.
Alla pagina 2 del libretto elettronico è presente la firma digitalizzata, fatta eccezione per:

  • i soggetti minori di anni 12,
  • gli analfabeti,
  • tutti coloro che presentino una impossibilità fisica accertata e documentata che inibisca l’apposizione della firma.

In tali casistiche al posto della firma vi sarà la dicitura “esente” scritta anche in lingua inglese e francese. Per i minori è previsto che siano tutti dotati di un passaporto individuale: non è più possibile richiedere l’iscrizione del figlio minore sul passaporto del genitore. Per i minori la procedura prevede che vengano acquisite le impronte dal compimento dei 12 anni di età.

Passaporto: Come e dove presentare la domanda per il rilascio

La domanda per il rilascio può essere presentata presso i seguenti uffici del luogo di residenza o di domicilio o di dimora secondo quanto disposto dalla legge 21 novembre 1967 n. 1185 art.6:

  • la Questura
  • l’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza
  • la stazione dei Carabinieri (per le impronte digitali, se previste, il cittadino si dovrà recare presso la questura o commissariato anche in tempi differiti).

Chi intende richiedere il passaporto presso il luogo di domicilio e non presso quello di residenza, deve tenere presente che per effettuare correttamente i controlli previsti dalla legge ci sono alcune condizioni ed in particolare la dimostrazione del domicilio o dimora in comune diverso da quello di residenza e le ragioni che giustifichino il perché non ci si rechi alla Questura di residenza per richiedere il Passaporto.
Si deve tenere in debita considerazione che si allungheranno i tempi di rilascio poiché lo stesso sarà subordinato al nulla osta al rilascio che dovrà essere richiesto alla Questura di residenza.

Rilascio Passaporto: la documentazione da presentare

Per richiedere il rilascio di un Passaporto è richiesta la seguente documentazione:

  • modulo stampato della richiesta passaporto (attenzione a scegliere il modulo corretto tra quello per maggiorenni e minorenni)
  • un documento di riconoscimento valido (suggeriamo di portare con sé, oltre all’originale, anche un fotocopia del documento)
  • 2 foto formato tessera identiche e recenti (chi indossa occhiali da vista può tenerli purché le lenti siano non colorate e la montatura non alteri la fisionomia del volto – inoltre lo sfondo della foto deve essere bianco)
  • la ricevuta del pagamento a mezzo c/c di € 42.50 per il passaporto ordinario
  • un contrassegno amministrativo da € 73,50 (da richiedere in una rivendita di valori bollati o tabaccaio).

Rilascio Passaporto: ulteriori chiarimenti

Dal 24 giugno 2014 è stata abolita la tassa annuale del passaporto ordinario da € 40,29: tutti i passaporti, anche quelli già emessi, saranno validi fino alla data di scadenza riportata all’interno del documento per tutti i viaggi, inclusi quelli extra UE, senza che sia più necessario pagare la tassa annuale da € 40,29.
Se si ha già un passaporto e se ne richiede uno nuovo a causa di deterioramento o scadenza di validità, con la documentazione deve essere consegnato il vecchio documento. In caso di richiesta di nuovo passaporto per smarrimento o furto deve essere presentata la relativa denuncia. A chi desidera riavere indietro il vecchio passaporto scaduto suggeriamo di farne domanda al momento della presentazione dell’istanza per ottenere il nuovo documento.
E’ necessario portare con sé anche la stampa della ricevuta che viene inviata dal sistema dopo la registrazione al sito Agenda passaporto.
Si ricorda che le impronte digitali possono essere acquisite solo presso gli uffici della Polizia di Stato anche in tempi differiti rispetto alla presentazione dell’istanza e che sono trattenute solo per il tempo strettamente necessario alla lavorazione del documento. Poi una volta emesso vengono definitivamente cancellate.



Scrivere articoli e guide richiede moltissimo impegno. Aiutaci a condividere questo post: a te non costa nulla, per noi è importantissimo! Condividi su Facebook l'articolo appena letto. Grazie per aver letto l'articolo fino alla fine. SCR News mette a disposizione notizie sul mondo del Fisco e Leggi, Economia, Finanza, Trading e guide di natura contabile fiscale. Rimani aggiornato diventando un FAN della nostra pagina facebook.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.