31 luglio 2017: scadenze fiscali definitive

Dopo tanti dubbi e “schizofrenie” del sistema fiscale italiano, finalmente un pò di chiarezza in merito a cosa deve esere adempiuto corretammente e puntualmente entro le 23.59 di oggi 31 luglio 2017.
Il tempo è una risorsa preziosa e, occorre fare chiarezza, su cosa si è chiamati a pagare (onde evitare di incorrere in sanzioni!) ed ad adempiere dal punto di vista amministrativo e tributario.
Inoltre, bisogna ricordare che le categorie di Professionisti iscritti all’Ordine (Dottori Commercialisti, Esperi contabili e Consulenti del Lavoro) non sono e non devono essere degli “schiavi” del sistema tributario italiano.
Occorre tempo per consentire ai Professionisti di organizzarsi e svolgere al meglio la propria prestazione professionale, onde evitare di commettere errori e mal interpretazioni delle novità della disciplina normativa tributaria.


31 luglio 2017: scadenze fiscali da adempiere (Definitiva)

In definitiva, i contribuenti italiani sono chiamati ad adempiere le seguenti scadenze fiscali:
1) pagamento prima rata o rata unica adesione volontaria o rottamazione cartelle Equitalia, altrimenti perderai i benefici previsti dalla normativa e l’Agenzia delle entrate-Riscossione – come stabilito dalla legge – dovrà riprendere le procedure di riscossione. Entro le ore 23.59 puoi pagare la rata unica o la prima rata mediante: sportelli bancomat degli istituti di credito che hanno aderito ai servizi di pagamento CBILL del Consorzio CBI (Customer to Business Interaction); domiciliazione bancaria; gli sportelli bancari; il proprio internet banking; gli uffici postali; i tabaccai convenzionati con Banca 5 SpA, tramite i circuiti Sisal e Lottomatica; il portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it tramite PagoPa; l’App Equiclick tramite PagoPa ed i 200 sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione.
2) Ravvedimento operoso dei tributi che dovevano essere pagati entro il 30 giugno 2017 con maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo (ravvedimento breve). Per quanto concerne la modalità di pagamento, è necessario utilizzare il Modello F24 con modalità telematiche, direttamente (utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel oppure attraverso l’home banking del proprio istituto di credito) oppure tramite intermediario abilitato.
3) Comunicazione mensile all’Anagrafe Tributaria dei dati riferiti al mese precedente da parte degli Operatori finanziari (Banche, società Poste Italiane S.p.a., gli Intermediari Finanziari, le Imprese di Investimento, gli Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio, le Società di Gestione del Risparmio).
4) Presentazione INTRA 12 da parte degli Enti non commerciali di cui all’art. 4, quarto comma, del D.P.R. n. 633/1972 e produttori agricoli di cui all’art. 34, sesto comma, dello stesso D.P.R. n. 633/1972. Sono tenuti a quest’adempimento sia gli enti non commerciali non soggetti passivi d’imposta sia quelli soggetti passivi Iva, limitatamente alle operazioni di acquisto realizzate nell’esercizio di attività non commerciali.
5) Presentazione della dichiarazione sostitutiva ai fini dell’esenzione del pagamento del canone RAI da parte di chi ha compiuto i 75 anni, ai sensi dell’art. 1, comma 132, della legge n. 244 del 2007. Alla dichiarazione deve essere allegata copia fotostatica non autenticata del documento d’identità del sottoscrittore.

Proroghe scadenze fiscali confermate ed ufficializzate

Diventata ufficiale la proroga per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi, dell’Irap e del modello 770.
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 175 del 28 luglio 2017, è stato pubblicato il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 26 luglio 2017, che formalizza la proroga di varie scadenze fiscali che dovevano essere adempiute entro la data di oggi, 31 luglio 2017.
La proroga è stata decisa, il Decreto recita «Considerate le esigenze generali rappresentate dalle categorie professionali in relazione ai numerosi adempimenti fiscali da porre in essere per conto dei contribuenti e dei sostituti d’imposta».
Dal 31 luglio slitta al 31 ottobre 2017 il termine ultimo per la presentazione del modello 770, ovvero la «dichiarazione dei sostituti d’imposta e degli intermediari relativa all’anno 2016».
Dal 30 settembre al 31 ottobre 2017, slitta il termine per la presentazione delle dichiarazioni annuali dei Redditi e dell’Irap 2017, per l’anno 2016. Si tratta di tutte le ichiarazioni che interessano persone fisiche, società di persone, studi associati e società di capitali. La trasmissione deve avvenire tramite il canale telematico via Entratel o via Internet.
Anche la Voluntary Disclosure Bis slitta dal 31 luglio 2017 al 30 settembre 2017.



Scrivere articoli e guide richiede moltissimo impegno. Aiutaci a condividere questo post: a te non costa nulla, per noi è importantissimo! Condividi su Facebook l'articolo appena letto. Grazie per aver letto l'articolo fino alla fine. SCR News mette a disposizione notizie sul mondo del Fisco e Leggi, Economia, Finanza, Trading e guide di natura contabile fiscale. Rimani aggiornato diventando un FAN della nostra pagina facebook.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.