Rush finale: scadenza rottamazione cartelle Equitalia

Ecco il count down per procedere con il pagamento della rata unica o della prima rata dell’importo dei debiti fiscali risultanti dalla “rottamazione” fiscale delle cartelle esattoriali. Se non paghi entro la data odierna 31 luglio 2017 la prima o l’unica rata della definizione agevolata, perderai i benefici previsti dalla norma e l’Agenzia delle entrate-Riscossione – come stabilito dalla legge – dovrà riprendere le procedure di riscossione.
Se non hai ancora provveduto al versamento della rata unica o della prima rata, ricordati di pagare altrimenti perderai i benefici derivanti dall’adesione agevolata. Hai ancora poche ore per adempiervi puntualmente, affrettati!


Quali sono le modalità di pagamento della rottamazione cartelle Equitalia?

Se non hai ancora adempiuto al pagamento dell’adesione agevolata, ecco le modalità che puoi fruire per pagare la rata. Se hai aderito alla Definizione agevolata, la cosiddetta “rottamazione”, avrai ricevuto i bollettini del pagamento rateale scelto al momento della compilazione del Modulo DA1. Su ogni bollettino sono indicati: l’importo, la scadenza del pagamento e il codice RAV.
Puoi pagare i bollettini direttamente agli sportelli bancomat degli istituti di credito che hanno aderito ai servizi di pagamento CBILL del Consorzio CBI (Customer to Business Interaction). È sufficiente recarsi presso uno sportello ATM (Automated Teller Machine) della banca che ha aderito.
Altre modalità di pagamento che puoi scegliere:
gli sportelli bancari
il proprio internet banking
gli uffici postali
i tabaccai convenzionati con Banca 5 SpA, tramite i circuiti Sisal e Lottomatica
il portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it tramite PagoPa
l’App Equiclick tramite PagoPa
i 200 sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione.
Ricordati che per l’addebito diretto sul conto corrente non hai più tempo, in quanto andava richiesto entro e non oltre l’11 luglio 2017, oramai è troppo tardi!

Adesione agevolata: cosa succede se si paga in ritardo?

Per chi è veramente impossibilitato o si dimentica (perchè preso dai mille impegni) di pagare l’importo della rottamazione della cartella Equitalia, cosa succede dopo la scadenza del 31 luglio 2017?
Se l’Agenzia delle entrate-Riscossione ha comunicato l’accoglimento della domanda di Definizione agevolata, a seguito del pagamento della prima o unica rata (dopo il 31 luglio) sono revocati gli eventuali piani di rateizzazione precedenti riferiti a cartelle/avvisi oggetto di Definizione agevolata.
Può essere richiesta compilando l’apposito modulo, la sospensione dell’eventuale fermo amministrativo sul bene mobile registrato, a patto che il debito oggetto del fermo sia totalmente inserito nella Definizione agevolata.
In caso di mancato, insufficiente o tardivo pagamento della prima o unica rata la Definizione agevolata non produce effetti e l’Agenzia delle entrate-Riscossione, dovrà riprendere le procedure di riscossione.
Inoltre, non è possibile ottenere nuovi provvedimenti di rateizzazione, salvo che per le cartelle e gli avvisi notificati da meno di 60 giorni dalla data di presentazione della dichiarazione di adesione alla Definizione agevolata.
In caso di mancato, insufficiente o tardivo pagamento della rate successive alla prima: si perdono gli effetti della Definizione agevolata e l’Agenzia delle entrate-Riscossione, come previsto dalla legge, dovrà riprendere le procedure di riscossione.
Inoltre, è preclusa la possibilità di ottenere nuovi provvedimenti di dilazione salvo che per le cartelle e gli avvisi notificati da meno di 60 giorni dalla data di presentazione della dichiarazione di adesione alla Definizione agevolata.
I precedenti pagamenti sono considerati a titolo di acconto sugli importi complessivamente dovuti.
Se l’Agenzia delle entrate-Riscossione ha comunicato il rigetto della domanda di Definizione agevolata è possibile presentare una nuova richiesta di rateizzazione; in presenza di piani di dilazione decaduti, è possibile essere riammessi al beneficio della rateizzazione dopo aver saldato tutte le rate scadute.
In presenza di piani di dilazione non decaduti, è possibile proseguire con la precedente rateizzazione.

Conti Tu: il nuovo servizio di pagamento online

Un’altra modalità per pagare la rata unica o la prima rata dell’Adesione agevolata è fruire il servizio telematico Conti Tu. Ti ricordiamo che il servizio Conti Tu sarà fruibile fino alle ore 23.59 del 31 luglio 2017.
ContiTu è il nuovo servizio di Agenzia delle entrate-Riscossione che consente di pagare in via agevolata soltanto alcuni degli avvisi/cartelle contenuti nella “Comunicazione delle somme dovute” che hai ricevuto e, quindi, stampare i nuovi bollettini Rav
Se la tua domanda di adesione alla definizione agevolata è stata accolta e non intendi saldare tutto l’importo della cosidetta “rottamazione”, entro il 31 luglio 2017 puoi effettuare il pagamento soltanto di alcuni debiti (cartelle/avvisi) compresi nella Comunicazione che hai ricevuto, utilizzando il nuovo servizio ContiTu.



Scrivere articoli e guide richiede moltissimo impegno. Aiutaci a condividere questo post: a te non costa nulla, per noi è importantissimo! Condividi su Facebook l'articolo appena letto. Grazie per aver letto l'articolo fino alla fine. SCR News mette a disposizione notizie sul mondo del Fisco e Leggi, Economia, Finanza, Trading e guide di natura contabile fiscale. Rimani aggiornato diventando un FAN della nostra pagina facebook.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.