INPS: come versare i contributi al Fondo Casalinghe

Se sei una casalinga e ti prendi cura della tua famiglia e della tua abitazione, non lavori ma vuoi maturare la tua pensione per la vecchiaia, iscriviti al Fondo Casalinghe. Le persone che espletano lavori di cura non retribuiti e derivanti da responsabilità familiari possono iscriversi al Fondo Casalinghe e procedere quindi al pagamento dei bollettini. Vediamo in questa guida chi può procedere, come fare ad iscriversi al Fondo Casalinghe e come funziona.


Lavoro domestico: che cos’è il Fondo Casalinghe?

Si sa il lavoro domestico che le donne ma, anche una buona fetta di uomini, compiono non è mai retribuito; tanta fatica e cura per fare la spesa, accudire i figli o i familiari, fare pulizia dell’abitazione e, alla fine, il sacrificio non è ricompensato assolutamente. Tutto gratis e nessuno riesce a monetizzare il tempo e l’impegno profuso dal lavoro delle casalinghe in anni ed anni passati a pulire e rassettare la casa.
Tante responsabilità che devono essere assolutamente ricompensate! Ma, in che modo? Semplice, le persone che svolgono lavori di cura e di assistenza domestica, non retribuiti e derivanti da responsabilità familiari, possono iscriversi al Fondo Casalinghe e procedere quindi al pagamento dei bollettini, come sancito e previsto dalla disciplina dell’Istituto di Previdenza INPS. Il Fondo casalinghe è un vero e proprio Fondo di previdenza che viene alimentato costantemente dai contributi versati dai soggetti aderenti.
Istituito con la legge n. 565/1996, sulla base di quanto dispone la legge 335/1995, l’iscrizione al Fondo casalinghe è volontaria, ma bisogna avere un’età non inferiore a quella sancita dalle norme sull’avviamento al lavoro (16 anni o 15 se è stato assolto l’obbligo scolastico) e non più di 65 anni. Chi può farlo? Solo chi svolge un lavoro in famiglia non retribuito, non si può essere già titolari di una pensione diretta o prestare attività lavorativa dipendente o autonoma con l’obbligo di iscrizione previdenziale. Come già anticipato, il fondo di previdenza per le casalinghe è gestito dall’Inps e, a decorrere dal 1° gennaio 1999, l’importo della contribuzione da versare non può essere inferiore a 25,82 euro mensili.

Come fare domanda?


Le domande di iscrizione al “Fondo di previdenza per le persone che svolgono lavori di cura non retribuiti derivanti da responsabilità familiari”, comunemente indicato “Fondo casalinghe”, devono essere inviate esclusivamente in via telematica, previa identificazione con PIN, attraverso uno dei seguenti canali:
• sito Internet dell’Istituto www.inps.it;
• Contact Center Multicanale – numero gratuito 803.164 (da rete fissa) o numero 06 164164 (da telefono cellulare, con tariffazione stabilita dal proprio gestore).
Il servizio – disponibile sul sito internet dell’Istituto www.inps.it, nella sezione SERVIZI ONLINE attraverso il percorso “Per tipologia di utente/Cittadino/Fondo previdenza casalinghe/iscrizione” – consente di presentare online la domanda di iscrizione al Fondo.

Come funziona l’iscrizione al Fondo Casalinghe?

Una volta accettata la domanda di iscrizione al Fondo, il contribuente riceve a casa insieme alla lettera di avvenuta iscrizione i primi bollettini di conto corrente postale con cui iniziare a fare i versamenti. Il bollettino è anche disponibile sul sito dell’INPS in formato PDF, stampabile con i propri dati e senza importo.
Il versamento può essere fatto in qualsiasi momento dell’anno e con importo libero, anche se la soglia minima per l’accredito di un mese di contribuzione è 25,82 euro. Per conoscere l’importo e il numero di versamenti che l’INPS accrediterà ogni anno, quindi, è sufficiente dividere la cifra complessiva versata nell’anno di riferimento per 25,82 euro. Per esempio, chi ha versato 110 euro in un anno, riceverà l’accredito per quattro mesi.
I contributi versati sono interamente deducibili dal reddito imponibile IRPEF del dichiarante e per i familiari a carico.

Metodo di calcolo ed importo versamenti

Per determinare l’ammontare della pensione valgono le regole del calcolo contributivo: mediante il versamento dei contributi, si costituisce il cosiddetto “montante contributivo individuale” (capitale più rivalutazione secondo il tasso di capitalizzazione del Pil). Questo montante contributivo individuale, nel momento in cui si richieda la pensione, viene moltiplicato per il coefficiente di trasformazione in relazione all’età della pensione assicurata, ottenendo così l’importo annuo della pensione.
Versando l’importo contributivo minimale (25,82 euro al mese) si ottiene dopo cinque anni di versamenti (il minimo per avere diritto alla pensione) non più di 100 euro all’anno. Versando un importo di circa 180 euro al mese si potrebbe ottenere una pensione di 1.100 euro all’anno.



🔥🔥🔥 Iscriviti alla nostra newsletter per non perdere nessun nuovo articolo, ne vale della tua Cultura Fiscale. Fidati! ↴↴↴ 

hype✍ HYPE: il nuovo modo di gestire il tuo Denaro. Registrati Gratuitamente Online! Tutto in Tempo Reale. Pagamenti smart. Transazioni sicure. Invia e Ricevi Pagamenti. Servizi: Supporto tecnico, Pagamenti online, Bonifico bancario, Pagamenti con smartphone. 🔥🔥🔥CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ SU QUESTA CARTA RIVOLUZIONARIA🔥🔥🔥!

SumUp Fai crescere il tuo business accettando pagamenti con carta con il nuovo lettore di carte SumUp! Nessun abbonamento! Nessun costo Fisso. CLICCA QUI e scopri il POS mobile SumUp, quale soluzione più economica! Il lettore di carte senza banca offre vantaggi economici da non sottovalutare

MutuiCalcola mutui online: confronta rata e preventivo del tuo mutuo casa.Trovi le migliori soluzioni online in ogni momento. Usufruisci di un servizio completamente gratuito. Ricevi subito un preventivo personalizzato  CLICCA QUI E RICEVI MAGGIORI INFORMAZIONI SUL SERVIZIO 

Scrivere articoli e guide richiede moltissimo impegno. Aiutaci a condividere questo post: a te non costa nulla, per noi è importantissimo! Condividi su Facebook l'articolo appena letto. Grazie per aver letto l'articolo fino alla fine. SCR News mette a disposizione notizie sul mondo del Fisco e Leggi, Economia, Finanza, Trading e guide di natura contabile fiscale. Rimani aggiornato diventando un FAN della nostra pagina facebook.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.