Bilancio supersemplificato per microimprese! Requisiti

NUOVO BILANCIO PER LE MICROIMPRESE A PARTIRE DAL PERIODO D’IMPOSTA 2016: È L’EFFETTO DEL RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA CONTABILE 34/13. COSA SONO LE MICROIMPRESE? QUALI SONO I REQUISITI PER POTER PUBBLICARE IL NUOVO BILANCIO MICROIMPRESE?

E’ considerata micro-impresa la società che nel primo esercizio o per due esercizi consecutivi non abbia superato due dei seguenti limiti quantitativi:

  1. totale dell’attivo dello stato patrimoniale: 175.000 euro;
  2. ricavi delle vendite e delle prestazioni: 350.000 euro;
  3. dipendenti occupati in media durante l’esercizio: non superiore a 5 unita’.

In termini operativi la micro-impresa è esonerata dalla redazione:

  1. del rendiconto finanziario;
  2. della nota integrativa quando in calce allo stato patrimoniale risultano: • gli impegni non risultanti dallo stato patrimoniale, le notizie sulla composizione e natura di tali impegni e dei conti d’ordine;• le informazioni riferite ai compensi, alle anticipazioni e ai crediti concessi agli amministratori e ai sindaci, le principali condizioni e gli importi eventualmente rimborsati.
  3. della relazione sulla gestione: quando in calce allo stato patrimoniale risultano:• il numero e il valore nominale sia delle azioni proprie sia delle azioni o quote di società controllanti acquistate o alienate dalla società, nel corso dell’esercizio, anche per tramite di società fiduciaria o per interposta persona, con l’indicazione della corrispondente parte di capitale, dei corrispettivi e dei motivi degli acquisti e delle alienazioni; • il numero e il valore nominale sia delle azioni proprie sia delle azioni o quote di società controllanti possedute dalla società, anche per tramite di società fiduciarie o per interposta persona, con l’indicazione della parte di capitale corrispondente.

Per effetto del rinvio alle norme del bilancio abbreviato, le micro imprese hanno la facoltà di non applicare il criterio del costo ammortizzato per i titoli, i crediti e i debiti, e conseguentemente, i titoli possono essere iscritti al costo di acquisto, i crediti al valore di presumibile realizzo e i debiti al valore nominale.

Per maggiori informazioni invito a leggere il libro di Paola e Carla D’angelo.

[amazon_link asins=’8891621021′ template=’ProductGrid’ store=’afsuwe-21′ marketplace=’IT’ link_id=’8205482a-1ae0-11e7-9890-7760cfcb1d52′]



Scrivere articoli e guide richiede moltissimo impegno. Aiutaci a condividere questo post: a te non costa nulla, per noi è importantissimo! Condividi su Facebook l'articolo appena letto. Grazie per aver letto l'articolo fino alla fine. SCR News mette a disposizione notizie sul mondo del Fisco e Leggi, Economia, Finanza, Trading e guide di natura contabile fiscale. Rimani aggiornato diventando un FAN della nostra pagina facebook.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.