Quali sono i dati obbligatori di un sito web di una ditta individuale o società SRL

Il sito web è oramai uno strumento di comunicazione fondamentale per ogni azienda: è infatti sempre più rilevante utilizzare le opportunità offerte dalla rete in modo ottimale per avere successo. Internet consente di promuovere in modo efficace ed efficiente la propria attività imprenditoriale e i propri prodotti. Se solo si pensa che in pochi anni gli utenti web sono diventati alcune centinaia di milioni (e anche in Italia il loro numero sta crescendo ad un ritmo mai visto rispetto gli altri canali), si può già immaginare come questo mezzo di comunicazione e di promozione stia diventando strategico.

Nel caso in cui vogliate cimentarvi nell’utilizzo di questo canale in crescente espansione, dovrete curare in ogni mino dettaglio l’aspetto estetico del sito e la disciplina normativa dell’E-commerce che prevede un elenco delle informazioni da comunicare per rispondere alle normative che riguardano:

  • la pubblicazione dei dati obbligatori;
  • l’informativa sulla privacy del sito web;
  • ’informativa sulla raccolta dei cookies.

Per quanto concerne la pubblicazione dei dati obbligatori sul sito Internet della propria impresa, è necessario comunicare i dati della società (o di impresa individuale), i quali si differenziano a seconda della tipologia (società di capitali, di persone o impresa individuale). I riferimenti legislativi sono: art. 2199 C.C. (obbligo di indicare il registro di iscrizione negli atti e nella corrispondenza), art. 2250 C.C. (dati obbligatori da pubblicare in atti, corrispondenza e spazi elettronici), art. 35 D.P.R. n. 633/1972 comma 1 e risoluzione n. 60 del 16/05/2006 (obbligo di indicazione della partita IVA)

I dati cogenti devono essere pubblicati in una pagina facilmente visitabile e visibile al cliente che visita del sito: è consuetudine consolidata inserirli nella pagina dei contatti, oppure in una pagina ove si riportano tutti i dati legali. La partita IVA deve essere pubblicata e visibile in home page, ed è ovviamente consigliato inserirla anche assieme a tutti gli altri dati richiesti dalla normativa.

Ecco uno schema riepilogativo dei dati da inserire per le società di capitali (Spa, Sapa, Srl, Srls):

La denominazione completa;

L’indirizzo e la città della sede legale;

La partita IVA (almeno in home page);

La provincia dell’ufficio registro di iscrizione;

Il codice fiscale;

Il numero REA;

Il capitale sociale (l’importo e la quota versata);

L’eventuale stato di liquidazione della società;

L’eventuale stato di società unipersonale;

L’eventuale società o ente di direzione e coordinamento alla quale è soggetta;

L’indirizzo PEC (posta elettronica certificata), che anche se non obbligatorio, rende la società più trasparente agli occhi dei visitatori favorendo la comunicazione con essi.

Per le Società di persone (Snc, Sas e Società Semplice) e Ditte individuali, i dati da riportare sono:

La partita IVA (che deve essere presente almeno in home page);

La denominazione completa;

L’indirizzo e la città della sede legale;

La partita IVA (almeno in home page);

La provincia dell’ufficio registro di iscrizione;

Il codice fiscale;

Il numero REA;

L’eventuale stato di liquidazione della società;

L’indirizzo PEC (posta elettronica certificata), per il quale vale quanto visto per le società di capitali.

Per le Ditte individuali, inoltre, si devono riportare:

Nome e cognome (ed eventualmente la denominazione);

L’indirizzo e la città della sede legale;

La partita IVA (almeno in home page);

La provincia dell’ufficio registro di iscrizione;

Il codice fiscale;

Il numero REA;

L’indirizzo PEC (posta elettronica certificata), per il quale vale quanto visto per le società di capitali.

Per quanto concerne la pubblicazione dell’informativa riguardante la privacy del sito web, sul sito internet aziendale è necessario pubblicare l’informativa sulla privacy come indicato dall’art. 13 del D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 (“codice in materia di protezione dei dati personali”). All’interno della pagina di informativa sulla privacy è consigliabile inserire anche le modalità del trattamento dei dati anche quando questi provengano da email spedite spontaneamente dagli utenti agli indirizzi pubblicati sul sito internet.

Per quanto concerne la pubblicazione dell’informativa sull’utilizzo dei cookies da parte del sito aziendale la Direttiva Europea 2009/136 è stata recepita dal provvedimento del Garante della Privacy n. 229 dell’8 maggio 2014 e pubblicata su G.U. del 3 giugno 2014. Per tenere conto delle indicazioni del provvedimento del Garante della Privacy, è necessario inserire una pagina sul sito internet, tutti i cookies raccolti (che possono essere sia creati appositamente per il funzionamento del sito sia installati per l’utilizzo di servizi di terzi) e come questi sono utilizzati. Anche il semplice utilizzo di servizi di monitoraggio delle statistiche di navigazione (ad esempio Google Analytics) comporta l’installazione di cookies sul dispositivo del visitatore e diventa necessario indicarlo nella pagina di informativa.



Scrivere articoli e guide richiede moltissimo impegno. Aiutaci a condividere questo post: a te non costa nulla, per noi è importantissimo! Condividi su Facebook l'articolo appena letto. Grazie per aver letto l'articolo fino alla fine. SCR News mette a disposizione notizie sul mondo del Fisco e Leggi, Economia, Finanza, Trading e guide di natura contabile fiscale. Rimani aggiornato diventando un FAN della nostra pagina facebook.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.