INPS: Fondo PSMSAD per Pittori, Scultori, Musicisti, Scrittori e Autori Drammatici

Inps ha pensato in grande anche per quanti espletano l’attività di artista (pittori, musicisti, scultori, scrittori ed autore drammatici) per tutti coloro che sono iscritti al Fondo PSMSAD, la cui gestione era attribuita all’Enpals, ora trasferita all’Inps. Il Fondo PSMSAD (acronimo di Pittori, Scultori, Musicisti, Scrittori e Autori Drammatici), si propone di supportare gli iscritti nella loro attività professionale promuovendone, ove necessario in collaborazione con istituzioni aventi scopi similari in Italia e all’estero, la formazione, il perfezionamento e l’affermazione in campo nazionale e internazionale.

Le attività del Fondo sono disciplinate dal nuovo Regolamento del Fondo PSMSAD adottato dalla Determinazione Presidenziale n. 151, del 20 novembre 2015 e consistono in riconoscimenti, sostegni e incentivi per l’espletamento dell’attività artistica professionale e in provvidenze economiche a sostegno di eccezionali stati di necessità degli iscritti. L’INPS, attraverso il Fondo PSMSAD, orienta la propria attività alla valorizzazione delle giovani generazioni di artisti, agevola la libera partecipazione di tutti gli iscritti alla attività culturale artistica, garantisce piena libertà di idee e forme espressive e favorisce, anche mediante convenzioni, la circolazione della cultura presso fondazioni, enti, istituzioni ed associazioni culturali, scuole ed università, incentiva particolari iniziative che segnalano carattere di innovazione, ricerca e sperimentazione nelle attività artistiche contemplate.

Quali sono i requisiti soggettivi per iscriversi al Fondo PSMSAD? Possono essere iscritti al Fondo PSMSAD, su domanda, i cittadini italiani ed i cittadini di Stati appartenenti all’Unione Europea che esercitino in forma prevalente e con continuità le attività di pittore, scultore, musicista, scrittore ed autore drammatico. Possono essere altresì iscritti al Fondo PSMSAD i cittadini italiani e di Stati comunitari, di età compresa tra i diciotto e i trentacinque anni, che ancora non esercitino abitualmente le attività di cui al precedente comma, ma che possano dimostrare, con adeguata documentazione, la loro potenzialità ad intraprendere le professioni artistiche. L’iscrizione al Fondo PSMSAD dura un anno, dal giorno 1 gennaio al 31 dicembre di ciascun anno, e si rinnova tacitamente, per ugual tempo, contestualmente al pagamento del contributo annuale.

La domanda d’iscrizione al Fondo viene esaminata da una competente Commissione Tecnica, per la successiva determinazione dell’organo deliberante. Le Commissioni Tecniche Pittori e Scultori, Musicisti, Scrittori e Autori Drammatici sono istituite con determinazione Presidenziale.

All’accoglimento della domanda, gli iscritti dovranno versare:

  • una quota iscrizione una tantum, pari a Euro 60,00;
  • una quota associativa annuale, pari a Euro 60,00.

Quali i benefici sociali e le prestazioni erogate dall’Inps agli iscritti al Fondo PSMSAD? Contributo e/o patrocinio a manifestazioni, premi di incoraggiamento o operosità; provvidenze economiche, contributo per promuovere manifestazioni artistiche interdisciplinari, contributo e/o patrocinio realizzazione attività editoriale. Coloro che hanno una anzianità d’iscrizione di almeno 6 mesi e sono in regola con il contributo annuale possono presentare domanda compilando il modello disponibile sul sito istituzionale dell’Istituto, nella seguente sezione: Home > modulistica > Gestione Dipendenti Pubblici >Fondo PSMSAD, corredate della documentazione richiesta quale allegati e trasmetterlo al seguente indirizzo PEC: [email protected] o spedite a mezzo raccomandata a/r a: INPS – Direzione Centrale Credito e Welfare – Fondo PSMSAD – Viale A. Ballarin, n. 42 – 00142 – Roma.

Per richiedere le prestazioni sociali erogate dall’INPS occorre allegare la seguente documentazione:

  • un dettagliato progetto artistico che si articoli nell’analitica descrizione dell’iniziativa e della valenza artistica della stessa, con l’indicazione dell’eventuale intervento di altre Istituzioni pubbliche o private e nei seguenti allegati: bozza o copia della brochure e curriculum vitae firmato;
  • un dettagliato progetto economico che si articoli nell’analitica esplicitazione delle voci di spesa per le quali si chiede l’assistenza all’Istituto; nei seguenti allegati: almeno tre preventivi di spesa redatti su carta intestata, nel caso in cui il contributo richiesto sia inferiore o uguale a € 20.000,00 IVA inclusa; almeno cinque preventivi di spesa redatti su carta intestata, nel caso in cui il contributo richiesto sia superiore a € 20.000,00 IVA inclusa;
  • una dichiarazione che attesti l’eventuale legame di coniugio o parentela/affinità entro il terzo grado dell’iscritto con i componenti delle Commissioni tecniche.

Dopo la conclusione dell’iter procedurale, la documentazione artistica viene restituita; le prestazioni assistenziali possono essere erogate ciascuna nei limiti economici di cui di seguito:

  • premio di incoraggiamento: € 1.800,00;
  • premio di operosità € 2.580,00;
  • contributi alle spese per viaggi di studio o perfezionamento: € 2.580,00;
  • provvidenze economiche: € 2.580,00.



Scrivere articoli e guide richiede moltissimo impegno. Aiutaci a condividere questo post: a te non costa nulla, per noi è importantissimo! Condividi su Facebook l'articolo appena letto. Grazie per aver letto l'articolo fino alla fine. SCR News mette a disposizione notizie sul mondo del Fisco e Leggi, Economia, Finanza, Trading e guide di natura contabile fiscale. Rimani aggiornato diventando un FAN della nostra pagina facebook.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.