Polizze vita: tutto quello che è necessario conoscere prima di sottoscriverle

Dopo la vicenda di questi giorni sulle polizze vita, c’è da chiedersi se davvero si conosca la disciplina in profondità, per questo proponiamo oggi un approfondimento in materia di polizze vita. Innanzitutto cerchiamo di definirle e, successivamente, con un approccio pratico cerchiamo di capire perchè sia rilevante sottoscriverle. Dopo l’iniziale diffidenza da parte del pubblico di consumatori, anche in Italia le polizze vita aver iniziato la loro strada di ascesa e di diffusione, anche se, continuano a patire la generale diffidenza derivante da una scarsa informazione e dalla mancanza di trasparenza che può caratterizzarle.

Sul mercato assicurativo si trovano tante buone proposte assicurative dedicate alla vita caratterizzate da grande qualità, completezza ed estrema personalizzazione al fine d’andare incontro alle necessità di una clientela estremamente esigente. Le polizze vita si rivelano coperture particolarmente utili al fine di proteggere le famiglie nei confronti di rischiosità legate a problemi finanziari che potrebbero impattare sul bilancio in seguito ad un evento traumatico quale il decesso dell’assicurato o una sua malattia, più o meno grave. Si configurano quindi come una vera copertura da utilizzare contro spiacevoli imprevisti futuri che possano minare profondamente il bilancio e la situazione economica e reddituale della famiglia, in particolare, se è monoreddito.

Il contratto di polizza vita è un contratto stipulato da una compagnia di assicurazione con il contraente della polizza stessa ovvero, colui che si impegna a versare i premi a cadenza annuale, semestrale, trimestrale o, anche, mensile. Il contraente, nelle forme meno complesse, può rivestire anche il ruolo di assicurato e di beneficiario. L’assicurato è la persona sulla cui vita si basa il contratto di assicurazione ed il soggetto beneficiario è la persona o le persone che beneficeranno della liquidazione della polizza al verificarsi dell’evento fortuito e previsto dal contratto. Il caso più tipico concerne quello in cui il contraente riveste il triplice ruolo, come il caso delle polizze “previdenziali“, ove al raggiungimento della data stabilita dalla polizza il contraente ha versato tutti i premi ed essendo assicurato in vita, beneficerà della corresponsione di una rendita vitalizia o di un capitale erogato da parte della compagnia assicurativa. Questo tipo di polizza sulla vita prevede anche la corresponsione di un capitale in caso di premorienza dell’assicurato, si tratta della restituzione dei premi versati dal contraente, maggiorati della percentuale prevista dalla rivalutazione a termini di contratto.

Una variante interessante di questa tipologia di polizza vita è quella detta polizza “mista”, la quale può prevedere la liquidazione di un capitale certo e indipendente dai premi versati in caso di decesso dell’assicurato, a fronte di una piccola frazione del premio dedicata alla finalità. Le polizze “vita caso morte” prevedono che, a fronte del versamento di un premio annuale o unico da parte del contraente, la compagnia assicurativa, al verificarsi della premorienza dell’assicurato, eroghi un capitale convenuto in polizza a uno o più beneficiari. Se, al termine della durata del contratto, l’evento fortuito del decesso non si è verificato, non è previsto nessun rimborso. Questa particolare forma contrattuale è utilizzata per far fronte a particolari necessità ed imprevisti di garantire somme di denaro qualora venga meno l’esistenza di chi produce flussi reddituali.

Le polizze vita a “vita intera” sono contratti con le stesse figure (contraente, assicurato, beneficiario) previste per gli altri tipi di polizze vita sopra delineate, ma con peculiarità più marcatamente finanziarie. Il contraente, spesso anche assicurato, dopo aver designato i beneficiari, può gestire i valori conferiti in polizza come se fossero investimenti finanziari; questa polizza viene spesso utilizzata per mettere a disposizione agli eredi ingenti patrimoni. Le polizze vita sono disciplinate dal Codice Civile e il relativo contratto può essere sottoscritto a favore della propria vita che su quella di un terzo interessato (beneficiario). In questo secondo caso, Nei casi in cui la polizza vita venga stipulata in favore di un terzo, il beneficiario deve essere designato nel contratto assicurativo in maniera diretta oppure tramite una successiva dichiarazione scritta oppure all’interno del testamento.

Per quanto concerne le tariffe non tutte le compagnie assicurative applicano le stesse tariffe, per cui alcune converranno più di altre: proprio per questo motivo sarebbe meglio cercare di conoscere in profondità le condizioni e le spese da affrontare prima di operare la propria scelta definitiva. Una soluzione commerciale interessante da valutare sul mercato assicurativo è la polizza assicurativa proposta dalla compagnia assicurativa MetLife Libera Mente, l’assicurazione sulla vita semplice e flessibile che protegge il benessere della famiglia. La polizza ha un premio fisso che puoi calcolare da subito in base alla tua età e alla somma che vuoi assicurare, puoi scegliere di assicurarti anche in caso di invalidità per donare la massima sicurezza a chi ami, ad un prezzo conveniente.
Con Libera Mente di MetLife sei tranquillo, perché garantisci alla tua famiglia una somma di denaro in caso di decesso e di invalidità permanente (opzionale), decidi tu quanto assicurare (da 50 mila a 1,5 milioni di euro) in base al tuo tenore di vita e alle tue necessità, costruisci la tua polizza su misura a partire da 8 euro al mese: proteggere la tua famiglia costa meno di quanto pensi, decidi tu il beneficiario della polizza. Puoi cambiarlo anche in un secondo tempo.

Stabilisci la durata della polizza da un minimo di 5 a un massimo di 30 anni per mettere al riparo anche i tuoi progetti più importanti. Per calcolare il preventivo personalizzato, vai sul sito www.metlife.it, compila il form e verifica il premio assicurativo a te più conveniente.

[amazon_link asins=’8865581425,8846437446′ template=’ProductGrid’ store=’afsuwe-21′ marketplace=’IT’ link_id=’7fe29198-eecd-11e6-b732-8dfe0d46c518′]



Scrivere articoli e guide richiede moltissimo impegno. Aiutaci a condividere questo post: a te non costa nulla, per noi è importantissimo! Condividi su Facebook l'articolo appena letto. Grazie per aver letto l'articolo fino alla fine. SCR News mette a disposizione notizie sul mondo del Fisco e Leggi, Economia, Finanza, Trading e guide di natura contabile fiscale. Rimani aggiornato diventando un FAN della nostra pagina facebook.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.