Elenco delle imprese il cui indirizzo di Posta Elettronica Certificata, risulti NON conforme

La PEC è diventata un obbligo per tutte le imprese dopo la conversione del Decreto Legge 179/2012 nella Legge 221/2012 che si affianca alle indicazioni contenute nella Legge 2/2009.

La tabella in basso riporta l’elenco delle categorie soggette all’obbligatorietà della PEC e le date di entrata in vigore dell’obbligo.

Professionisti L’obbligo è scattato da novembre 2009 nei confronti degli ordini e i collegi cui sono iscritti
Società Le nuove società devono dichiarare la casella PEC all’atto dell’iscrizione al Registro Imprese. Da novenbre 2011, tutte le società devono aver dichiarato la casella PEC al Registro Imprese
Ditte Individuali Le nuove Partite IVA e Ditte Individuali, compresi gli artigiani, devono dichiarare la casella PEC al momento dell’iscrizione al Registro Imprese. Da fine Giugno 2013, tutte le ditte individuali devono aver dichiarato la casella PEC al Registro Imprese
Pubbliche Amministrazioni Devono dotarsi di caselle di posta certificata, se non lo hanno già fatto in base a norme precedenti

Diverse Camere di Commercio, come previsto dalla Direttiva MISE-Ministero della Giustizia del 28/3/2015, hanno pubblicato l’elenco delle imprese il cui indirizzo di Posta Elettronica Certificata, risulti NON conforme.


Sono stati segnalati:
a) gli indirizzi PEC revocati o inattivi;
b) gli indirizzi PEC multipli (cioè riferiti a più imprese oppure a più imprese e professionisti);
c) gli indirizzi PEC invalidi (in cui sono compresi sia gli indirizzi PEC formalmente non corretti sia gli ‘indirizzi PEC del cittadino’ – che non possono essere iscritti nel registro delle imprese).

In base alle direttive di ogni Camere di Commercio, le imprese dovranno comunicare un indirizzo PEC attivo, con modalità e tempistiche differenti. Occorrerà contattare la cciaa di competenza per avere informazioni in merito.

E’ pertanto necessario che le imprese comunichino in Camera di Commercio un indirizzo di Posta Elettronica Certificata attivo e UNIVOCO

Mettiamo a Vostra disposizione i link per accedere e visualizzare gli elenchi delle PEC NON conformi pubblicati delle Camere di Commercio.

● AREZZO CLICCA QUI
● ASCOLI PICENO CLICCA QUI
● BARI CLICCA QUI
● BOLOGNA CLICCA QUI
● CASERTA CLICCA QUI
● CATANIA CLICCA QUI
● CATANZARO CLICCA QUI
● CHIETI CLICCA QUI
● CROTONE CLICCA QUI
● FROSINONE CLICCA QUI
● LATINA CLICCA QUI
● MESSINA CLICCA QUI
● MILANO CLICCA QUI
● MONZA BRIANZA CLICCA QUI
● PADOVA CLICCA QUI
● PERUGIA CLICCA QUI
● PISA CLICCA QUI
● POTENZA CLICCA QUI
● RAVENNA CLICCA QUI
● REGGIO EMILIA CLICCA QUI
● SIENA CLICCA QUI
● TARANTO CLICCA QUI
● TORINO CLICCA QUI
● VERONA CLICCA QUI
● VIBO VALENTIA CLICCA QUI
● RIETI CLICCA QUI
● VITERBO CLICCA QUI


SumUp Fai crescere il tuo business accettando pagamenti con carta con il nuovo lettore di carte SumUp! Nessun abbonamento! Nessun costo Fisso. CLICCA QUI e scopri il POS mobile SumUp, quale soluzione più economica! Il lettore di carte senza banca offre vantaggi economici da non sottovalutare

Scrivere articoli e guide richiede moltissimo impegno. Aiutaci a condividere questo post: a te non costa nulla, per noi è importantissimo! Condividi su Facebook l'articolo appena letto. Grazie per aver letto l'articolo fino alla fine. SCR News mette a disposizione notizie sul mondo del Fisco e Leggi, Economia, Finanza, Trading e guide di natura contabile fiscale. Rimani aggiornato diventando un FAN della nostra pagina facebook.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.